Ecco i miei libri. Giustizia e ingiustizia minorile.Tra profonde certezze e ragionevoli dubbi, il saggio. Titolo che ben esprime la volontà di compiere una riflessione  ad ampio raggio sulle problematiche minorili conosciute nella mia esperienza di lavoro, con un occhio rivolto anche al futuro.

Il romanzo Messa alla prova .Il titolo sembra collocarlo tutto in ambito giudiziario e in effetti l’ambiente della giustizia minorile c’è. Tuttavia la messa alla prova è anche una esperienza esistenziale , oltre che un istituto  processuale, tutti la sperimentiamo in differenti situazioni di vita, basta farsi coinvolgere. Una messa alla prova anche quella dello scrittore che sperimenta per la prima volta questa forma di scrittura e una messa alla  prova certa per lettore che vi si accosta…

Messa alla prova

I personaggi di questa storia sono un cancelliere di tribunale, un giudice minorile, un ragazzo con alle spalle un’adozione fallita. Li accomuna un desiderio insoddisfatto di giustizia. La vita scorre e li mette alla prova, tra normalità e consuetudine ma anche con vicende drammatiche e, a tratti, grottesche. Emerge una fragilità umana che genera contraddizioni, scelte cruciali, errori.

Anno: 2018
Editore: Manni
Genere: Romanzo
Pagine: 356

Giustizia e ingiustizia minorile

Tra profonde certezze e ragionevoli dubbi

Ingiustizia è termine sgradevole, scomodo. Ma è soprattutto un rischio, tutt’altro che teorico, anche per chi è investito del compito primario di tutelare i minori o, nel penale, di giudicarli con criteri e obiettivi peculiari, rispettosi del loro diritto di crescere diventando esseri umani compiuti o, comunque, persone più mature e responsabili.

La consapevolezza di tale rischio spinge l’autore del volume a interrogarsi e a indagare a fondo sulle radici, spesso antiche, talvolta inconsce, di certe prassi, disfunzioni, abitudini mentali, metodiche di giudizio, con riferimento sia al settore civile, di peculiare delicatezza, che a quello penale dei procedimenti minorili.

Da qui, dopo l’analisi dei periodi e dei percorsi, quella di un certo numero di storie concrete, che più d’ogni dissertazione possono rendere consapevole il lettore della pluralità, delle connotazioni e dei possibili costi di certi problemi. Costi anche in termini di effettività delle garanzie e dei controlli nonché di rispetto dei diritti di tutte le persone, anzitutto quelle di minore età.

Tale prospettiva, aperta all’insieme della problematica, ha reso necessario anche soffermarsi sul rapporto della giustizia minorile con l’opinione pubblica ed i mass media e formulare proposte con l’intento di eliminare vecchie storture e prevenirne di nuove. Un viaggio nel cuore ma anche nella storia, nelle storie, nei personaggi e perfino, un po’, nella mente e nell’anima della giustizia minorile.

Anno: 2015
Editore: Franco Angeli
Genere: Saggistica
Pagine: 256